Katia Marilungo

News

Psicologia dello sport: la Pallavolo.

Collaborazione con ASD Delirium Volley di Civitanova Marche.

http://www.teamartist.com/noprofit/delirium-volley-a-s-d

ASD Delirium Volley

La psicologia è entrata a tutti gli effetti anche nel mondo sportivo. E’ utile sia a persone che praticano sport per puro piacere personale sia a chi invece ha scelto lo sport come passione di vita e lo pratica in modo serio e agonistico.

Ma di cosa si occupa la psicologia dello sport? Innanzitutto valuta lo studio dei fattori mentali e psicologici che influenzano e sono influenzati dalla partecipazione e dalla prestazione nello sport, nell’esercizio e nell’attività fisica.

Ci sono vari settori in questa disciplina, prima di tutto si vanno a sondare le attitudini, la personalità dell’atleta e le sue aspirazioni e motivazioni. Ci sono, sempre all’interno della psicologia dello sport settori che studiano l’ansia pre-agonistica e da stress, la frustrazione e la demoralizzazione per non aver vinto una gara.

Ma la psicologia dello sport è utile anche nella fase del rilassamento prima di una gara con tutta una serie di esercizi che aiutano l’atleta sia a concentrarsi che nell’attivazione come il “mental trainig” o l’allenamento “ideo motorio” basato su schemi mentali precisi e memorizzati in modo da poter avere una maggiore fluidità nei gesti atletici.

Lo psicologo dello sport in ogni caso diventa un facilitatore delle caratteristiche e risorse personali dell’atleta massimizzando le sue potenzialità in modo che possa raggiungere i migliori risultati in termini di prestazione fisica in una gara e di conseguenza raggiungendo anche un benessere mentale.

Ma vediamo quali sono le qualità richieste nello specifico per i giocatori di pallavolo.

Dietro al divertimento e all ‘impegno che ci sono, la pallavolo, come tutti gli sport, richiede delle qualità psicologiche che un giocatore deve possedere.

  • Carattere stabile, spirito alto, umore regolare.

Il gioco esige da parte dei giocatori salti vigorosi, corse molto rapide, azioni molto fisiche come negli attacchi, nei muri e in difesa. Con un carattere stabile e grintoso, tutte queste qualità e situazioni di gioco possono essere realizzate con successo in competizione e allora il livello raggiunto supera talvolta quello d’allenamento.

Se il carattere del giocatore é debole, il suo organismo sarà in condizioni passive, abbassando allora le sue capacità d’azione, le sue possibilità di realizzare abilità tecniche e tattiche, sfociando sulla realizzazione di attacchi poco potenti, di salti poco elevati, di spostamenti e movimenti lenti, di un numero più importante di errori a muro e negli altri compartimenti del gioco.

  • Spirito combattivo

Lo spirito combattivo si definisce essenzialmente come l’attitudine a superare tutti i tipi di difficoltà incontrati negli impegni. I giocatori di pallavolo hanno bisogno, in particolare, di qualità come la determinazione, la volontà, così come la padronanza di sé.

  • Fiducia e determinazione per vincere

É solamente avendo fiducia in sé che si possono superare le difficoltà senza esitazione, con la fiducia in sé il desiderio di vincere sará aumentato.

  • Attitudine a ragionare in profonditá e rapidamente

Gli incontro di pallavolo sono caratterizzati da situazioni che cambiano rapidamente e in maniera improvvisa. Questo richiede a ciascun giocatore di mantenere calma ed essere acuti, capaci di ragionamento, capaci di localizzare gli errori e di studiare strategie per rovesciare una situazione poco favorevole. I buoni giocatori saranno in grado di individuare rapidamente le intenzioni tattiche dei loro avversari cosí come attuare molto velocemente una intesa tattica con i loro compagni.

  • Equilibrio delle qualitá psicologiche dei giocatori sul terreno

Durante una partita le disposizioni mentali e il temperamento dei partecipanti dovranno essere abbastanza equilibrate, in modo da compensare un giocatore “rigido e inflessibile” con un giocatore “più docile”.

  • Sviluppare un senso collettivo dell’onore, della riuscita e del successo

Un giocatore é un rappresentante di una squadra o di un gruppo. I comportamenti e le azioni individuali sono strettamente legate all’insieme della squadra. Nell’altro senso, le vittorie colpiscono profondamente l’individuo. Cosí l’individuo deve considerare la gloria o la disgrazia della squadra come la sua.

  • Creazione di un atteggiamento corretto verso la vittoria o la sconfitta.

Differenti atteggiamenti verso la vittoria o la sconfitta possono produrre differenti ripercussioni. Un atteggiamento corretto verso la vittoria o la sconfitta costituisce uno dei fattori che permettono un umore stabile.

  • Valutazione completa e progressiva dell’avversario e di se stessi.

Avere fede e fiducia in sé, senza il minimo dubbio, determina la propria linea di condotta comportamentale. Avere fiducia significa possedere uno stato di spirito con un’intensa fede in sé.

  • Sviluppare le attitudini psicologiche corrette.

Durante un incontro, molti giocatori, quando sono in svantaggio, restano calmi e distesi e lottano aspramente per la vittoria. Essi non si sentono nervosi. Se I’ambiente si rivela poco piacevole e non favorevole, essi possono adattarsi rapidamente alle condizioni di gioco. In questo modo sono in grado di attuare una pressione al loro livello normale. Talvolta si possono esprimere anche molto meglio del previsto. Essi mantengono sempre una forma di gioco di alto livello. La ragione che spiega questo fenomeno é che essi hanno costruito eccellenti basi durante l’allenamento psicologico prima della competizione.

Può essere utile un allenamento all’aggiustamento psicologico??

Innanzitutto è opportuno specificare di cosa di tratta. Si tratta di un metodo con il quale, ci si allena a rilassarsi, a restare in uno stato di tranquillità e di sangue freddo, ad immaginare dei movimenti, ad idealizzare ed a concentrarsi. Un tale genere di training è utile per eliminare la fatica e immagazzinare un massimo di energia prima di una partita. Ma non solo: tale tipo di esercizi possono essere effettuati prima di una competizione, in modo da lavorare sulla tecnica o sulla tattica.

Nel corso di questi ultimi anni tale metodo di allenamento si é diffuso nell’ambiente della pallavolo internazionale, dando ottimi risultati e riscontrando un’evidenza scientifica della propria efficacia.

 

 

https://it-it.facebook.com/Asd-Delirium-Volley-450533988464199/

 

 

About the author
Katia Marilungo
Sono la Dott.ssa Katia Marilungo, Psicologa-Psicoterapeuta, Ipnotista, Psiconcologa e formata nell'utilizzo della Tecnica EMDR. Attiva dal 2003, ho maturato notevoli esperienze formative e professionali spaziando i vari ambiti di interesse clinico e non. Mi occupo di infanzia, adolescenza, individui, coppie, famiglia e gruppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *